Google+ Followers

Pagine

20 maggio 2015

Un'esistenza che procede per fratture.

Reiterare le rinunce,  chè le privazioni fortificano, perseguendo l'insano, masochistico fine della beatitudine da isolamento.

Stordirsi di silenzio, lasciando le parole scritte vorticare nell'aria come pipistrelli smarriti.




Come una piccola san Girolamo, con meno barba, e lo scrittoio sommerso di teschi ghignanti.

Ho finito l'inchiostro.


Nessun commento: