Google+ Followers

Pagine

17 dicembre 2012

A Roma ci sono un sacco di circhi in questi giorni, come testimoniano le locandine, identiche nello stile da anni, che millantano pagliacci in technicolor, sfavillanti amazzoni e elefanti dallo sguardo rassegnato e impermeabile alle correzioni photoshop. Dal tram ho scorto una tigre, l'altra mattina, intrappolata nella sua gabbia. Faceva su e giù, dei tendoni rossi e bianchi flosci in attesa di esser montati le facevano da sfondo. Aveva appena smesso di piovere,e il manto riluceva come il suo disappunto di trovarsi tra quelle sbarre, o almeno, questo è ciò che con empatia ho creduto di avvertire. Al ritorno, l'ho cercata con lo sguardo. Ora di pranzo, il sole alto,l'ho vista che dalla sua collinetta dominava la Prenestina, scrutando la strada con l'espressione regalmente annoiata di certi felini.  

Nessun commento: