Google+ Followers

Pagine

25 luglio 2010

mammamia che orrenda

Ti guardavo oggi, mentre mi parlavi, la tua bocca pittata su uno sfondo di rumore bianco, ti ascoltavo elogiare l'Azienda, anzi non ti ascoltavo, fingevo di starti a sentire ipnotizzata da quel buco osceno che hai in mezzo alla faccia e non carpivo una sola parola delle stronzate che dicevi, tu strizzavi gli occhi nello sforzo di indottrinarmi per bene, di inocularmi il rispetto per l'Azienda, l'amore incondizionato per l'Azienda, con le ciglia impiastricciate di mascara che sbattevano come farfalle impazzite e siccome io sono quella che ha un pezzo pronto per ogni occasione, mi è subito venuta in mente quella canzone degli Skiantos che fa

Nessun commento: