Google+ Followers

Pagine

17 novembre 2009

tempo di scirocco che mi riporta alla mente bei pomeriggi infantili messinesi e l'incipit leggero di certe mattine sfaticate trascorse grufolando nell'ignavia. Odio il mese di novembre, ma non quest'anno. in questo novembre primaverile la venere di Willendorf in carne ed ossa ha deciso di spogliarsi sul marciapiede sotto il muro di cinta del policlinico. scalza nella luce caravaggesca, i seni rigonfi che le ricadono pesantemente sul ventre, fa a pezzi i suoi stracci, solo una grossa catena chiusa da un catenaccio cinge i suoi fianchi da divinità paleolitica mentre nello sconcerto e l'indignazione generali strappa minuziosa in pezzi sempre più piccoli i suoi abiti affinchè tutti ammirino il supplizio che porta sotto le vesti. Sotto un cielo da tragedia greca i brandelli di stoffa si ammucchiano ai piedi della dea della fertilità, sulla sua testa rasata grigia riluce una cicatrice a forma di C.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

oddio ma l ho vista pur io la venere di willendorf nuda che veniva rincorsa da due carabinieri che tentavano di coprirla con un lenzuolo, intorno a ponte milvio...dev'essere la stessa

Anonimo ha detto...

oh, come sono belli e poetici gli straccioni...
potevi fotografarla di nascosto no?

Daphne_Cat ha detto...

no caro, e quanto mai riconoscibile L., la tipa non era bella nè poetica, l'ho trovata decisamente ripugnante, solo nel mio cervello la sovrapposizione dell'immagine con il celebre manufatto preistorico è stata pressochè immediata, data la fisicità molto simile. Non c'è ricerca del pittoresco, del lirico in quello che vedo e riporto qui, sai benissimo quanto io sia vuota e superficiale, lungi da me voler creare un'aura poetica attorno allo squallore che vivo ogni giorno, nè tantomeno mi interessa immortalare freaks e emarginati e passare per la nuova Dianne Arbus. Il ruolo di cantore dei disadattati lo lascio a chi sa gestirlo meglio di me attraverso una sapiente opera di autopromozione in localini alla moda di S. Lorenzo e dintorni, e chissà che con le foto di barboni riesca a rimediare qualcosa di più di una scopata?

Zyklon ha detto...

Si spera che la prossima venere sia quella di milo, proprio mentre viene smembrata